Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

VIDEO: Zi' Ntonie, un personaggio che non fa storia.

Un documentario su un contadino abruzzese d'altri tempi. Il suo stile di vita, dettato dai cicli e dalle leggi della natura , le sue antiche parole di saggezza, sono come tuoni per la società moderna.
Non commento oltre...più che altro non posso permettermelo.


Descrizione del video:
A nu' cuntadine ie l'om accise senza fàrien' addunà: ce vò poche a taià na cercosa piante de nuce e tutte le piante de nuce de lu monne, pe' farce mùobbele e cassettune o adderetture nu' belle foche: abbaste na seche u n'accette, tante la nuce nen s'arrebbelle! Ma quilli che taje nche tanta facilità almene avess'a sapè ca l'anne appresse nen magne nuce. Ch'accise a nu', mo s'aretrove nche nu morte dentr'a la case: le vulesse seppellì e nen po', le vulesse aresuscità e nen po'. Zi' Ntonie

Per gli appassionati della musica tradizionale: ricorrenti i riferimenti al canto durante il lavoro in campagna, evidente lo scopo "sociale" e "morale" del canto nella vita di un tempo; ad un certo punto si può ascoltare anche la versione abruzzese del sonetto/canzone alla diversa/traversa presente anche in Puglia (vedi anche questo link).



Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nasce l'associazione "Monte Sant’Angelo Francigena"

La Via Francigena attraversa l’intera Nazione, raccogliendo un patrimonio materiale e immateriale inestimabile reperibile in una delle tappe principali come quella di Monte Sant’Angelo, all’incrocio tra la Via Micaelica e i Cammini dei Longobardi.
Il suo brand europeo di turismo culturale, sostenibile e economicamente rilevante arricchisce l’Italia e soprattutto il Mezzogiorno straordinariamente colmo di cultura, tradizioni, talenti.

Nasce così l’Associazione “Monte Sant’Angelo Francigena”, un sodalizio che muove in questi giorni i primi passi nella direzione di abbracciare il grande Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa e diventare nodo locale della Rete regionale che si va realizzando attorno alle “Vie Francigene di Puglia”.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Gli abiti della pacchiana di San Nicandro Garganico in mostra all'Esposizione universale di Parigi del 1867


di Domenico Sergio Antonacci

Il titolo è chiaro ed esaudiente. La fonte della notizia è "Su la Esposizione provinciale di Capitanata del 1869 relazione, giudizio, promulgazione de' premiati", a cura della Reale Società Economica di Capitanata.
La pacchiana era la contadina caratterizzata dal tipico abito del tempo; nella tradizione sannicandrese, tuttavia, l'abito è ornato riccamente di gioielli d'oro.
Fu scelto per essere esposto all'esposizione universale di Parigi, probabilmente per l'edizione del 1867, insieme al costume di Bovino e Sant'Agata di Puglia. 
Questa "scoperta" deve riempire d'orgoglio i sannicandresi e i garganici perché Parigi all'epoca era una delle capitali mondiali della cultura...chissà quali famosi personaggi potettero ammirare la maestria delle sarte garganiche.
Abito della pacchiana: fonte Facebook (Le bellezze del Gargano)
Altre informazioni sul vestito tradizionale qui
Immagini dell'abito tradizionale della pacchiana

Aggiornamento:
Come si evince da questo documento in quell'anno a Parigi erano in esposizione anche diversi "marmi" provenienti dal Gargano. Chi ne sapesse di più è pregato di contattarmi su info@amaraterra.com.

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

EVENTO: Proiezione del documentario "Ritorno a Vico" - 2 marzo Bari

BARI lunedì 2 marzo 2015, ore 17.30
Mediateca Regionale di Puglia – Via Zanardelli 3

Proiezione del documentario "Ritorno a Vico",
in viaggio verso il Salento con i cantori della Settimana Santa di Vico del Gargano (2014 - Carpino Folk Festival - Daunia Production, scritto e diretto da Giovanni Rinaldi)



Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

VIDEO: "Non voglio parlare della guerra", le testimonianze sotto le bombe di Foggia


Il video "Non voglio parlare della guerra" è la nuova edizione, rimontata e rivista dall'autore, del video realizzato nel 2013 per il progetto "Testimoni della memoria" del Ce.Se.Vo.Ca. (Centro Servizi per il Volontariato di Capitanata).

Il video racconta dalla viva voce di tre testimoni diretti dell'epoca, Mario Napolitano, Arnaldo De Cristofaro e Mario Muscatiello, attraverso ricordi personali e familiari, la guerra a Foggia nell'estate del '43 e l'effetto dei bombardamenti alleati sulla città.
Le interviste sono state realizzate grazie alla collaborazione dell'AUSER di Foggia (Associazione per l'Autogestione dei Servizi e la Solidarietà).

Riprese e montaggio: Giovanni Rinaldi
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!