Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

I ricercatori dell'Università di Siena raccontano in un documentario Grotta Paglicci

Una delle più importanti grotte paleolitiche d'Europa è stata oggetto di ricerca e analisi per molti anni da parte degli studiosi dell'Università di Siena: si tratta di Grotta Paglicci (Rignano G.co), nel Parco del Gargano, dove le antiche popolazioni del luogo hanno lasciato numerose e importanti testimonianze delle loro attività e delle loro culture.
I percorsi di queste ricerche, portate avanti in collaborazione con la Soprintendenza archeologica locale, i risultati e i molteplici aspetti di un'indagine interdisciplinare che impegnerà gli studiosi ancora per molti anni sono narrati nel documentario “Indagine su Grotta Paglicci”, realizzato da Unicity Spa su incarico del Parco Nazionale del Gargano.


Il documentario sarà presentato oggi mercoledì 10 novembre alle ore 17 all'Accademia dei Fisiocritici a Siena, e sarà l'occasione per rendere noti i risultati di tanti anni di ricerche e i nuovi metodi di indagine a carattere interdisciplinare.

“Grotta Paglicci – spiega la professoressa Anna Maria Ronchitelli, studiosa del gruppo che ha portato avanti le ricerche - ha visto la presenza di gruppi preneandertaliani (fra 250 e 130mila anni fa) e di antichi sapiens (fra 36 e 11mila anni fa). Oltre a pitture parietali, uniche in Italia, sono state rinvenute due sepolture di sapiens tra le più antiche d'Europa, pietre e ossa con incisioni artistiche raffiguranti animali e motivi geometrici, strumenti di selce e d'osso, resti di pasto, focolari, ornamenti e altro ancora. Un prezioso insieme di rinvenimenti che, grazie a nuove linee di ricerca e a moderne strumentazioni, continua ad offrire nuove conoscenze sul Paleolitico italiano e sugli ambienti della preistoria”.

Interverranno mercoledì pomeriggio alla presentazione del documentario Sara Ferri, Presidente dell'Accademia dei Fisiocritici, Stefano Pecorella, del Parco Nazionale del Gargano, Antonio Gisolfi, Sindaco di Rignano Garganico, Annamaria Ronchitelli, del dipartimento di Scienze ambientali dell'Ateneo senese.

Fonte: sienafree.it

Notizie simili da argod.it
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati