Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Quando si andava a lavorare in Puglia, noi, "stranieri del Gargano" ....

I figli prima e i nipoti dopo ci hanno ricompensato per una vita fatta di tanta fame, tristezza e di ore ed ore passate a spaccarsi le ossa alla "pugghjë" (nei campi sotto Rignano).

da Racconti e leggende del Gargano, Angelo del Vecchio
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati