Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

IL CARPINO FOLK FESTIVAL AL MATRIMONIO FRA DAUNIA E GARGANO

Con preghiera di massima diffusione e pubblicazione

VICO DEL GARGANO 12-14 FEBBRAIO

Sarà l’Associazione culturale Carpino folk Festival a curare gli appuntamenti musicali all’interno della manifestazione ‘Matrimonio tra Daunia e Gargano’, in programma dal 12 al 14 febbraio prossimi a Vico del Gargano.

“Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito degli organizzatori a collaborare ad una iniziativa dal carattere innovativo e che ben sintetizza uno degli aspetti che più ci sta a cuore nelle nostre diverse attività culturali – dice Michele Ortore, presidente dell’Associazione – e cioè quello di creare una sinergia capace di integrare culture diverse, segmenti e comparti produttivi, beni materiali e immateriali, al fine di valorizzare appieno tutte le eccellenze che caratterizzano il nostro territorio. Proprio per questo il Carpino folk festival è stato uno dei primi firmatari del Manifesto programmatico Daunia & Gargano Tourist Board, condividendone appieno le finalità”.


L’attività organizzativa del Carpino folk festival all’interno della manifestazione sarà diretta a valorizzare uno dei beni immateriali forse meno conosciuti del territorio e cioè la cultura e le tradizioni musicali del Gargano e della Daunia. Il programma si svilupperà in tre diversi momenti: Sabato 12, alle ore 19,30, in piazza San Domenico, il concerto dei Cantori di Carpino, con la presenza dell’ultimo depositario della grande tradizione della Tarantella del Gargano, il novantacinquenne Antonio Piccininno.

Domenica 13, alle ore 18,30, presso l’Auditorium comunale, si potrà ascoltare direttamente da suonatori e cantatori tradizionali provenienti da Carpino, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo e Manfredonia, un esempio di Serenata tradizionale garganica, così come veniva eseguita nei nostri paesi fino a poche decine di anni fa. A seguire tutti i suonatori accompagneranno Gargano, lo sposo, sotto il balcone di Daunia, la sposa, per portare la serenata e conquistarne il cuore: “Donnë che sta’ ‘ffaciatë a ‘ssa fënèstrë”.

Lunedì 14, giorno di san Valentino, alle ore 18,00 presso l’Auditorium comunale, verrà celebrato il matrimonio fra Daunia e Gargano, rappresentati emblematicamente da una cantatrice de Le Faitare - gruppo composto di sole donne che si esibiscono in balli e canti in lingua francoprovenzale provenienti dalla cultura contadina di Faeto e dei Monti Dauni - e dal cantore Antonio Piccininno, a simboleggiare, appunto, l’incontro tra due forti tradizioni dalla cui unione potrà nascere una rinnovata identità territoriale. Subito dopo, l’incontro musicale tra i Cantori di Carpino e le Fiatare di Faeto chiuderà la manifestazione.

Info: www.daunia.fg.i
Ufficio Stampa - Associazione Culturale Carpino Folk Festival
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati