Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Progetto Parco/ Ripristino del tratturo per Pulsano

E’ stato consegnato alla Regione Puglia il 10 dicembre 2010 il progetto SAC (Sistema Ambientale e Culturale), tra i sottoscrittori del  protocollo d’intesa che vede il Parco capofila anche la Comunità dei Parchi Micaeliti di Pulsano. L’ammontare complessivo di tutta la progettualità è pari a circa 2 milioni di euro da distribuire su tutti i siti individuati. Il SAC (Sistemi Ambientali e Culturali) è bandito dalla Regione Puglia e mira a valorizzare i beni immateriali esistenti sul territorio. Il Parco sta lavorando per presentare un altro progetto e il termine stabilito è il 28 febbraio 2011, la durata di ogni progetto sarà compresa fra i 12 e 18 mesi. Il fondo erogativo totale stanziato da Fondazione Telecom Italia per il presente bando è pari a i milione di euro.
Ogni singolo progetto potrà ricevere un contributo economico non inferiore a euro 120 mila e non superiore a euro 500 mila. La partecipazione sia a questa progettualità che a quella della Fondazione Telecom è fortemente voluta dal Commissario del Parco Stefano Pecorella, il quale ritiene che questa sia l’unica via per salvaguardare e promuovere turisticamente il patrimonio naturalistico, storico e culturale. Il progetto per Pulsano prevede il ripristino dell’antico tratturo che permetteva ai pellegrini di salire agevolmente a piedi da Manfredonia fino alla sommità della rupe dove sorge l’Abbazia di Pulsano. Si ripristina così il più suggestivo tratturo che dalla piana del Golfo permette di arrivare al Santuario dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo, passando per Santa Maria dì Pulsano. L’iniziativa del FAI accolta con, Padre Fedele Mancini, priore dell’Abbazia di Pulsano, è stata appoggiata e sostenuta da oltre 30.000 persone.

Fonte: ondaradio.info
Fonte foto 
 


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati