Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Il sistema dunale integro dell'istmo di Varano

Tra i mille casi di inquinamento che interessano il Lago di Varano c'è anche qualche oasi che si mantiene intatta, di seguito la descrizione di Nello Biscotti del sistema dunale integro nei pressi del camping Viola.

I sistemi dunali integri sul Gargano sono sempre più rari; rimane spesso la sola “spiaggia”, e non sempre, visto che il sistema è attaccato da due fronti opposti: dal mare (lidi, ombrelloni) e dall’entroterra (urbanizzazione, le attività agricole); rimanendo la sola spiaggia, il mare può tranquillamente agire, asportando e depositando altrove la sabbia. Sul fronte interno sono da considerare, inoltre, gli inquinamenti biologici (istmi di Lesina e Varano), conseguenti all’introduzione di specie esotiche estremamente dannose, quali Acacia cianophylla, che ha tolto spazio alle specie autoctone, e che oggi non si riesce più a debellare.

Per fortuna non tutto è perduto: a Lesina e Varano (che stiamo studiando da anni) ampi tratti del sistema sono ancora integri; uno in particolare è il tratto all’altezza del camping Viola (Isola Varano, in foto), l’aula all’aperto di ripetute visite didattiche con studenti di Ancona, di studio (Gruppo della Vegetazione Società Botanica italiana). Si riconoscono dune embrionali, tratti di dune mobili, e fisse, stagni con tartarughe (Caretta caretta L.) e depressioni popolate dalla magnifica Herianthus ravennae o Cladium mariscus), e nell’entroterra tratti a salicornieti.

Nello Biscotti, da Il Gargano Nuovo (Agosto 2010)





Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

2 commenti:

  1. è pieno di tartarughe americane, quelle superveraci come la taphes del lago..alro che intatto!!!!

    RispondiElimina
  2. allora non è intatto dal punto di vista faunistico

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati