Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Presentazione de "Il mercante del freddo", romanzo ambientato sul Gargano

Sarà presentato dall’associazione culturale Symposium sabato 21 maggio alle ore 18.30, presso il New Pasteus di San Giovanni Rotondo, il nuovo romanzo di Toni Noar Augello, intitolato “Il mercante del freddo”.
Il romanzo, pubblicato per le edizioni Il Castello, è ambientato sul Gargano a cavallo dell’Unità d’Italia, di cui quest’anno si celebra il 150° anniversario.
"Storie e vicende del passato – dice l’autore – hanno sempre avuto un effetto ammaliante su di me. Quando al
cuni documenti storici mi sono capitati tra le mani, svelandomi un mondo ormai svanito, la penna ha preso a correre da sola per inseguire le evocazioni suscitate da quelle letture, cercando di legarle al filo dell’inchiostro".
Protagonista del libro è un commerciante di neve che, in un’epoca priva di corrente elettrica, fornisce l’unico modo per rinfrescare cibi e bevande. Il suo lavoro conosce due fasi fondamentali: il deposito della neve in profonde buche sulla montagna, d’inverno; la vendita del prodotto, d’estate. La sua originale attività si troverà sempre più coinvolta nel concitato processo di unità nazionale che pervade la penisola e che, anche sullo sperone d’Italia, anima le coscienze e richiede i suoi sacrifici. Il romanzo, pur essendo un’opera di fantasia, prende spunto da fatti realmente accaduti.
"Quando ho scoperto che anche a San Giovanni Rotondo il processo di unificazione aveva mosso le coscienze e condotto a tragici eventi – prosegue l’autore - sono rimasto sconcertato dal silenzio caduto su fatti così importanti. Scrivere queste pagine è stato un fatto consequenziale, ma libero dall’idea di voler risolvere enigmi o emettere sentenze. Giocare con la fantasia mi ha permesso molto più semplicemente di far rivivere una pagina importante della nostra storia, che mi auguro sproni il lettore, come è accaduto per me, a ricercare e a riflettere. Operazioni indispensabili per chi volesse approfondirne la conoscenza: più la trama del racconto si infittisce, maggiore diventa la distanza tra i fatti storici e quelli raccontati nel libro".

Interverranno, oltre all’autore, Floriana Natale, presidente dell’associazione Symposium e Andrea Gisoldi per le Edizioni Il Castello.

Modererà l’incontro Paola Russo.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati