Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Manifestazione a Capojale per la sicurezza stradale

È stata un successo la manifestazione per la sicurezza stradale che si è svolta nella mattinata del 10 Luglio 2011 a Capojale, frazione del Comune di Cagnano Varano.
Indetta dall’Associazione Isola Capojale, impegnata nella promozione e nella valorizzazione del territorio delle località di Capojale e Isola Varano, insieme al movimento Fare Agorà di giovani cagnanesi, la manifestazione è stata la forma di protesta della comunità locale contro la mancata risposta dell’amministrazione provinciale in riferimento allo stato di degrado della SP 41, denunciato già da tempo dagli stessi rappresentanti dell’Associazione, con alcune lettere inviate all’Assessorato competente della Provincia di Foggia.
In quelle occasioni era stato richiesto un intervento urgente per porre fine alla situazione di costante pericolo in cui versano gli abitanti delle località interessate, con proposte concrete, tra le quali l’installazione di dossi artificiali e la verniciatura di strisce di attraversamento pedonale nei pressi del centro abitato.
Di fronte al silenzio dell’Amministrazione Provinciale, i cittadini hanno così deciso di far sentire la loro voce: per la prima volta la comunità di Cagnano Varano e Capojale si è mobilitata pubblicamente per difendere i propri diritti: “Non ci stiamo a essere considerati cittadini di serie B – queste le dichiarazioni di uno degli organizzatori – A dispetto del grande caldo e della domenica estiva siamo in tanti oggi a voler dare un segnale importante a chi dovrebbe avere a cuore la sicurezza dei cittadini, ma che nonostante le nostre continue preoccupazioni continua a tacere”.
Alla presenza di quattro rappresentanti dell’Amministrazione del Comune di Cagnano Varano, tra cui il sindaco Nicola Tavaglione, il corteo ha percorso un tratto della SP 41, raggiungendo il piazzale del molo di Levante.
Al termine della manifestazione, si è tenuto un breve dibattito sul tema della viabilità, fino ad arrivare alla questione del degrado ambientale della pineta, della spiaggia e del canale di Capojale. Si è trattato di un momento di confronto molto importante: di concerto con l’amministrazione comunale, si è deciso, infatti, di sollecitare l’Amministrazione provinciale alla realizzazione, il più presto possibile, di un intervento che metta in sicurezza la gente che vive tutti i giorni Capojale.

Fonte montegargano.it
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

1 commento:

  1. Trovo cosi'assurdo che nel 2011, in un paese dove i politici con poltrona al Parlamento Europeo guadagnano piu'di ogni altro collega europeo, dove il presidente del consiglio elargisce Land Rover, Rolex e posti da consigliere regionale a prostitute di basso e altro bordo, la gente debba scendere in piazza e protestare per ottenere delle strisce pedonali...Questa dovrebbe essere ordinaria banale manutenzione periodica delle strade, in paese e fuori!!! In un posto dove il sole per fortuna c'e'per tanti mesi l'anno, le strisce vanno ridisegnate piu'frequentemente di ogni 20 anni......Come fa ad esserci sviluppo e accoglienza di locali e turisti se mancano delle cose banali????

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati