Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Ancora rifiuti in grotte, questa volta a Peschici

Dei rifiuti in grotta ne avevamo parlato già in precedenza ma oggi ci ritroviamo a parlarne e principalmente per un motivo: questa volta sembra proprio che tra gli artefici della discarica ci sia chi vive di turismo (ignorando che anche le cavità possano essere un attrattore).
Siamo a Peschici, le grotte si trovano lungo la SS89, una in particolare è molto evidente per la sua enorme apertura (è stata anche utilizzata come cava molti decenni fa); i rifiuti sono di ogni genere, da fusti di olio (ed altro materiale non identificato) a gomme di camion, scatolame di generi alimentari appena gettato (scampi congelati etc...sicuramente di qualche struttura nei paraggi), televisori etc etc...















Placchetta del catasto applicata dal gruppo ARGOD




Placchetta del catasto applicata dal gruppo ARGOD



Qualcuno è venuto a controllare da lontano le nostre operazioni di rilievo, forse indispettito....
Noi comunque provvederemo a segnalare anche questa volta, come gruppo speleologico ARGOD, la presenza dei rifiuti alla Regione Puglia nella scheda del catasto che abbiamo compilato.

Se siete a conoscenza di casi simili segnalateceli commentando l'articolo.


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati