Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

NEWS: Spiaggiamento di cetacei nel Mediterraneo, causato dalle ricerche del petrolio?

Foto di un episodio precedente
AGGIORNAMENTO 5 DICEMBRE:
C'ERANO DELLE OPERAZIONI MILITARI IN CORSO:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/04/rumori-delluomo-uccidono-cetacei/175178/

http://www.storiedimare.net/2011/12/aggiornamento-sugli-zifii.html?spref=fb


AGGIORNAMENTO 7 DICEMBRE: ALTRI 4 ZIFII TROVATI MORTI


Grazie al tempestivo Guido Pietroluongo ci arriva notizia di uno spiaggiamento di cetacei (pochi giorni fa sono terminate le ispezioni sismiche per trovare petrolio nell'Adriatico, quelle che sembrerebbe nuocciano ai cetacei):


COMUNICAZIONE IMPORTANTE: Spiaggiamento di Cetacei appartenenti alla specie "Ziphius cavirostris" ieri sulle coste ad ovest dell'Isola di Corfù (minimo 3 esemplari) e sulle coste della Calabria (Area Marina Protetta di Capo Rizzuto: 2 esemplari, una femmina spiaggiata morta ed un cucciolo). Nei prossimi giorni le indagini del Prof. Mazzariol (National Emergency Task Force) e di Giuseppe Notarbartolo di Sciara (tra i maggiori cetologi internazionali presidente Tethys Research Institute) potrebbero rivelare un nesso con le prospezioni geosismiche degli scorsi giorni ad opera delle navi incaricate dalla Nothern Petroleum. Ricordo che questa specie è tra le più sensibili ai rumori di origine antropica ed è regolarmente presente nel canale di Otranto e nello Ionio. Via mail ricevuta dal Dott. Notarbartolo di Sciara.


Ovviamente, che lo spiaggiamento multiplo sia stato causato dalle onde sismiche dei "cerca petrolio" è tutto da provare, dunque è sbagliato creare allarmismo...resta però la strana coincidenza.
Inoltre dal link che riporto qui sotto si può leggere di alcune anomalie di questo spiaggiamento riscontrate dai soccorritori.



Uno dei tratti "ispezionati" con le onde sismiche..la lontananza dai siti dello spiaggiamento non deve trarre in inganno; bisogna considerare che i cetacei si possono spostare velocemente da un punto all'altro del Mediterraneo.
Post correlati: 
Se la marea del golfo fosse nel nostro mare?
Ispezioni petrolifere degli anni '60 sul Gargano
Cosa pensano i ragazzi del Gargano sulla questione petrolio
Imbarcazione civile verso la Princess in segno di protesta
Servizio tg3 manifestazione NO PETROLIO
Laboratorio ambientale per tutela del mare
Ministero dice si alle trivellazioni
Regione Puglia, petrolio no grazie

Ulteriori aggiornamenti in seguito, continuate a seguirci ed ancora un grazie a Guido Pietroluongo.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati