Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Il quarto segreto di Fatima

Ieri mi hanno chiesto:
Una domanda adesso te la faccio io visto che vivi a Cagnano Varano: quando passo sulla superstrada che viene da Lesina e arrivo nei pressi del tuo paese, non capisco perché tutte le case sono nuove ma "grezze", cioé non finite all'esterno (mentre sulla destra intravedo il vecchio centro che oltretutto é più carino). Perchè sono lasciate così?
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

4 commenti:

  1. Credo che ci sia poco da scherzare sul segreto di Fatima. Cosa ci azzecca. Quelle costruzioni sono intanto il frutto di tanti sacrifici di coloro che andando a lavorare anche all'estero, hanno portato qualcosa nella loro terra amata. Ma come credo, tu ben sai, dove c'è poco o niente lavoro non si possono fare i miracoli, queste persone non sono ancora attezzate per farle apparire belle, colorate e soprattutto piene di persone che si possono permettere di vivere nella nostra bella terra. Auguro ai proprietari di poterle completare e magari farle abitare a tanti extracomunitari che non hanno alloggio o vivono in tuguri abbandonati da tutti e sotto l'indifferenza di tanti. Infine se chi amministra quel territorio non predispone piani abitativi da poter riqualificare lo stesso, è chiaro che prosegue la distruzione dell'ambiente. Forse non dovrebbe essere consentito aumentare le cubature di cemento. Chi può fermare questo?

    RispondiElimina
  2. su come siamo seri..ogni tanto una risata possiamo farcela anche noi su questo blog? Altrimenti andiamo in depressione...

    RispondiElimina
  3. Giustamente come è stato riportato nell'altro post, questi edifici sono stati costruiti da gente che ha dovuto emigrare e fare sacrifici x poter costruire queste abitazioni, con la speranza che un giorno i loro figli potessero abitarle, ma purtroppo anche i loro figli sono costretti ad andarsene dal loro paese, però questa volta portandosi con loro tutta la famiglia e senza la speranza di ritorno al paese natio. Quindi io a differenza dell'altro post mi auguro che questi edifici si possano riempire di cagnanesi e non di extracomunitari, ma questo per poter avvenire si deve svegliare la popolazione le liberarsi di vecchi retaggi culturali e avere il coraggio di liberarsi della classe politica e di premiare coloro che davvero vogliono il bene di Cagnano e non solo, che si preoccupi di tutelare il territorio e non di svenderlo al miglior offerente e che non tuteli solo gli affari suoi e dei suoi amici e alleati, questo è un augurio che faccio a tutto il Gargano !!!!!

    RispondiElimina
  4. Purtroppo il problema e' di difficile soluzione e sicuramente risale al permissivismo di generazioni di amministratori che hammo concesso suoli comunali a basso costo,senza un piano regolatore,senza opere di urbanizzazione e speculando su quel denaro che i nostri emigranti faticosamente guadagnavano;la gente va guidata,va educata al gusto del bello,al rispetto del proprio territorio,anche con sanzioni adeguate e qui evidentemente per decenni e decenni nessuna istituzione lo ha fatto.Penso che con le nuove tasse sulla casa molti cagnanesi preferirebbero non averle mai costruite queste case che secondo me,non per essere pessimista,non si finiranno mai e non si abiteranno mai perche' la popolazione s'e' dimezzata dagli anni ottanta ad oggi.

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati