Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Annibale venne sul Gargano!?

Le prime tracce della località garganica di Pulsano risalgono ai tempi di Annibale; infatti è noto che questi soggiornò in Puglia occupandola dopo la vittoria di Canne e nella prosecuzione della guerra contro Roma. Secondo alcuni storiografi il generale cartaginese si recò spesso nella zona di Siponto e specialmente a Pulsano, ove fece erigere una robusta costruzione quadrata subito dopo lo scontro di Canne del 216 a.C. detta ancora oggi “Torre di Annibale”   da Pulsano e l'ordine monastico pulsanese, 1953, Ciro Angelillis

Non abbiamo trovato altre informazioni a riguardo.

Aggiornamento 15 ottobre 2012: su facebook riceviamo commenti che parlano di tombe dei soldati cartaginesi a San Salvatore e Santa Restituta. Cercheremo altre informazioni a proposito.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

4 commenti:

  1. Mi risultano da informazioni del dottor Izzo che ha anche trattato l'argomento con una pubblicazio documentata sulla battaglia di Canne, avvenuta nella zona pianeggiante sotto Troia dove vi sono moltissime tombe romane di sepoltura dopo la battaglia e che l'insediamento di Annibale è stato il Subappennino Dauno/Arpitano tra Celle di San Vito e monte San Felice ricco di verde e di fonti d'acqua, per l'approvvigionamento degli elefanti e per l'esercito. Tutto questo confermato anche con prove di percorrenza fatto dal luogo fino a Roma per avvertire della sconfitta dell'esercito Romano, e ancora per dimostrare che la capienza dei due eserciti il luogo attuale non sufficiente a contenere il notevole numero di soldati ma più giusto quello Dauno /Arpitan.

    RispondiElimina
  2. beh sulla capienza ho da ridire...le pianure di manfredonia sono tutt'altro che ristrette...sul resto penso che fin quando non avremo prove non potremo mai dire nulla con certezza ma fare solo ipotesi

    RispondiElimina
  3. Molto interessante la notizia di C.Angelillis (1955), anche se non documentata. Dati alcuni reperti, però, reperiti presso la piana di Sant'Egidio attribuibili all'esercito di Annibale (specie monete...), la presenza di Annibale sul Gargano , penso, sia indiscussa.

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati