Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

1952, Interrogazione parlamentare del peschiciano Michele Vocino sulla ferrovia circumgarganica

di Domenico Sergio Antonacci
 
Nato a Peschici nel 1881, Michele Vocino è stato sicuramente uno degli uomini che più ha portato lustro alla Capitanata nei palazzi del potere romani.

Stabilitosi a Roma, entrò in contatto con numerosi intellettuali dell'epoca, scrivendo vari ed apprezzati volumi, dedicati al mondo del mare, alla storia italiana e alla sua Puglia, alla quale restò sempre legato.

Nel 1931 diventa Ispettore generale, nel 1933 direttore generale, nel 1947 consigliere di Stato. Nel 1948 fu eletto deputato al Parlamento nel collegio Bari-Foggia, continuando fino alla scomparsa, avvenuta nel 1965, il suo impegno a favore della propria terra. Fece parte anche della Commissione Difesa.

Numerosi scritti sono raccolti nei sei volumi di A orza a poggia. Collana di curiosità, editi dal 1928 al 1956. Grandi qualità di narratore emergono nel volume di viaggi Nostalgie di mari lontani, apparso nel 1937 e riproposto nel 2010. Pietra miliare per il settore della navigazione è il suo Manuale di diritto marittimo.

Il municipio di Vieste nel 1911 pubblicò
Per la ferrovia circumgarganica subappenninica
in esame davanti al Consiglio Superiore dei
Lavori Pubblici. A s. e. il Ministro dei Lavori Pubblici

Tra i suoi scritti sembrano interessanti dai titoli:
  • Curiosità storiche economiche turistiche della Daunia (Roma, Palombi, 1951);
  • Alla scoperta della Daunia con viaggiatori di ogni tempo (Foggia, Studio Editoriale Dauno, 1957 - «Biblioteca del Turista», n. 1);
  • Apulia fidelis (Milano, Trevisini, 1924);
  • Per un nuovo porto nell'Adriatico al lago di Varàno (Roma, Lega Navale, 1906);
  • Lo Sperone d'Italia (Roma, Scotti, 1914);

Se qualcuno avesse qualcuno di questi faccia un fischio...


Adesso arriviamo al dunque.

Ho trovato uno stenografico di una sua interrogazione parlamentare alla Camera dei Deputari (1951) dove parla del progetto di estensione della ferrovia del Gargano fino a Vieste..e oltre.
Ho estratto le pagina dall'intero documento, buona lettura!



Ho raccolto, molto malamente, una bibliografia sul progetto delle Ferrovie del Gargano antecedente all'inaugurazione della linea;
addirittura si parlava di una ferrovia intorno al Gargano nel 1869! Se qualcuno ha uno di questi documenti lo prego di farmeli leggere in qualche modo.
  • Sulla possibilità di una ferrovia intorno al promontorio garganico, Lombardi, 1869;
  • Mezzo pratico per la ferrovia garganica, Carlo Torelli, 1906;
  • La questione ferroviaria garganica, Domenico Zaccagnino, 1907;
  • Per la ferrovia circumgarganica subappenninica in esame davanti al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. A s. e. il Ministro dei Lavori Pubblici, 1911;
  • Sindacato per la costruzione e l’esercizio delle strade ferrate del Gargano. Esposizione di fatti e considerazioni, 1911;
  • Il Gargano. A cura della Soc. An. Ferrovie e tramvie del Mezzogiorno;
  • Per la inaugurazione della Ferrovia Garganica, Alfredo Petrucci, 1932;
Inoltre c'è il:
Progetto Benedetti di ferrovia circumgarganica  

Chi era Michele Vocino?!


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati