Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Mozzarella di Bufala campana DOP, quando volevano escludere Foggia

di Domenico Sergio Antonacci

www.mozzarelladop.it
Voglio riproporvi un'altra interrogazione parlamentare (dopo quella sul Parco), questa volta molto più seria dell'altra.
A proporla è Francesco Salvatore Mastroluca, ex deputato di Manfredonia.

XII Legislatura della repubblica italiana
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4.02351 presentata da MASTROLUCA SALVATORE FRANCESCO (PROG.FEDER.) in data 07.20.1994

Non concluso
Al Ministro per le risorse agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che: l'allevamento della Bufala in provincia di Foggia risale, all'incirca al 1300; nell'immediato secondo dopoguerra la produzione di provola di bufala veniva effettuata nelle aziende agricole dei comuni di Cerignola, Foggia, Manfredonia, Lucera, Apricena, Sannicandro Garganico, Lesina, Cagnano Varano; successivamente questa produzione è continuata in caseifici sia cooperativi, quali "Daunia Latte" che industriali quali "Silac", "D'Amico", "Leone", "Ciuffreda", "Prencipe" di Manfredonia, "Giovanditto" di Lesina e "Scommegna" di Foggia;
in provincia di Foggia il prodotto ottenuto dal latte bufalino veniva chiamato "Provola di bufala"; dopo la costituzione dell'Anasb si è ritenuto di uniformare la denominazione con "Mozzarella di bufala"; nonostante le richieste inoltrate in data 4 dicembre 1991 e 24 marzo 1992 dall'Associazione provinciale allevatori di Foggia, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 1993 ha riconosciuto la denominazione di origine "Mozzarella di bufala campana" al formaggio prodotto nell'area geografica della regione Campania per le province di Benevento, Caserta, Napoli e Salerno e della regione Lazio per le province di Frosinone, Latina e Roma; l'esclusione della provincia di Foggia arreca un notevole danno economico agli allevatori e penalizza un prodotto di riconosciuta qualità -: se non ritenga opportuno intervenire per riconoscere anche alla mozzarella prodotta in provincia di Foggia la denominazione di origine, rimuovendo una ingiustificata e penalizzante esclusione. (4-02351)
Oggi, per fortuna, il marchio Dop Mozzarella di bufala campana è esteso anche alla Puglia che produce circa il 10% della quantità nazionale.

Informati anche sul marchio sperimentale della Regione Puglia: PRODOTTI DI PUGLIA

Quali sono i presidi slow food del Gargano? ECCOLI!


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati