Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

#Ischitella lavori in corso...ma "forse" era meglio di no

Riquadri a confronto. Storia e non storia.

Il restauro conservativo è tutt'altra cosa.....Foto di Gianni De Maso
Il grande disastro dei "restauratori" è voler mettere ordine là dove l'ordine non era mai esistito, è voler raddrizzare ciò che era imperfetto (ossia "u-mano") raddrizzando linee e forme. L'umanità, ovvero, la disposizione del materiale faticosamente raccolto non rispondeva a schemi rigidamente ripetuti, poiché ogni pietra di qualsiasi forma e misura veniva utilizzata nell'architettura popolare. Anche le schegge venivano inzeppate. IL dramma è che queste cose umili continuano ad essere disprezzate. Per rispettare un opus della tradizione contadina, andrebbero ridisegnate quelle pietre una ad una, come a voler accarezzare ogni cosa che i nostri nonni avevano costruito. Per capire le mie parole bisogna provare a ridisegnare questa pavimentazione e poi anche il rifacimento attuale.Gianni De Maso

Foto di Antonio De Cristofaro, didascalia di Raffaella Cannarozzi
Foto Gianni De Maso
Foto di Antonio De Cristofaro, didascalia di Raffaella Cannarozzi
Foto di Antonio De Cristofaro, didascalia di Raffaella Cannarozzi
Foto di Gianni De Maso e Antonio De Cristofaro 

Vedi anche:
Gianni de Maso su Flickr 
Centri storici del Gargano alla distruzione
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati