Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Le orchidee del Gargano, il photowalking sul Gargano dal 25 al 27 aprile

Una passeggiata fotografica alla scoperta delle orchidee, del paesaggio e della storia del promontorio garganico

Le orchidee
Il Gargano è il territorio che vede fiorire il maggior numero di specie di orchidee spon- tanee d’Europa. In questo meraviglioso promontorio si trovano infatti più di 60 specie appartenenti a 17 generi diversi. La loro fioritura è così abbondante che nei prati si rischia addirittura di calpestarle. Abbondano anche gli ibridi, biodiversità, di cui ogni anno compaiono nuovi esemplari.
L’abbazia di Pulsano. Splendido esempio di romanico pugliese, sorge su un vasto tavolato calcareo che digrada a precipizio sul vallone di Pulsa- no circondato da numerosi eremi e da cui si gode di un’ampia visuale sulla piana di Manfredonia.

Monte Saraceno. 
Chiamato in origine Monte Matino, dal nome degli antichi abitanti, appartenenti alla tribù dei Dauni, prese l’attuale denominazione dopo l’insediamento dei Saraceni, avvenuto verso l’anno mille. Della civiltà dauna conserva una straordinaria testimonianza con oltre 500 tombe scavate nella roccia calcarea che costituiscono la necropoli-santuario.
Monte Sacro nel VI sec era ancora cono- sciuto come Monte Dodoneo, consacrato al culto di Giove. In seguito all’apparizione dell’Arcangelo Michele, il luogo fu dedicato alla SS.ma Trinità assumendo la denominazione di Monte Sacro. Dell’Abbazia, sede del Convento Benedettino dal VI al XIII secolo d.C., sono oggi visibili i suggestivi resti.

Nei prati il periodo favorevole per ammirare questi straordinari esempi di flora spontanea va dalla fine di febbraio alle prime due settimane di maggio. Nei boschi invece fioriscono nei primi mesi estivi.
Solo una specie è autunnale: la Spiralis spirantis. Diverse sono le specie endemiche del Gargano: tra queste spicca per bellezza, e ormai per rarità, l’Ophrys sipontensis.
Primo giorno:
Dalle ore 10:30 alle 17:00
Passeggiata tra le orchidee e visita all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano
Lungo la strada che da Monte Sant’Angelo conduce a Pulsano sarà possibile ammirare l’incantevole piccola Orchidea color latte (Neotinea lactea) o la magnifica Orchidea purpurea (Orchis purpurea).

Secondo Giorno:
Dalle ore 10:30 alle 17:00
Monte Saraceno e Monte Sacro
Aprile è anche il mese dell’Orchidea dagli occhiali (Ophrys crabronifera o biscutella), dell’Orchidea a quattro punte (Orchis quadripunctata) e dell’Orchidea ominide (Orchis antropophora), visibili intorno a Monte Sant’Angelo e lungo il pietroso sentiero che conduce ai ruderi dell’Abbazia di Monte Sacro.

Terzo Giorno:
Dalle ore 10:30
Monte Sant’Angelo
Nota soprattutto per la leggenda delle apparizioni di San Michele Arcangelo avve- nute tra il 490 e il 493 d.C.
La città è Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Da vedere i suggestivi vicoli del rione medievale, tuttora abitato, fatto di bianche casette che si sviluppano in discese e salite tra scalette, archi e viuzze tortuose.


LE NOSTRE GUIDE

Nicola Piemontese:
Naturalista, studioso e localizzatore di orchidee

Antonio Nasuto:
Insegnante di Storia e filosofia.

Francesco Prencipe:
Organizzatore e fotoamatore


INFO SU PHOTOWALK
Il Photowalking è un modo divertente per socializzare e cogliere l’occasione per fare qualche bella foto. Non è solo una cosa da fotografi ma è aperta a chiunque possieda una macchina fotografica.
Le nostre guide saranno a disposizione per illustrare le caratteristiche delle orchidee, narrare la storia dei luoghi che visiteremo e chiarire eventuali dubbi sull’utilizzo della macchina fotografica.
Tre giorni insieme all’insegna della natura e della fotografia.


... Fate un sacco di foto!

Indispensabili:
✔ Macchina fotografica
✔ Obiettivo macro
✔ Scarpe comode
✔ Una bottiglia d’acqua
✔ Curiosità


Adesione:
Quota di partecipazione € 50
Per eventuali tipologie di sistemazione:
www.photowalk.it
Per info:
www.photowalk.it info@photowalk.it
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

1 commento:

  1. Nicola Piemontese, naturalista, è di Monte Sant'Angelo? Se sì, allora è un mio parente!
    Sono Beniamino Piemontese, discendente di Giuseppe Piemontese, mio Nonno, insignito del titolo di Cavaliere di Vittorio Veneto, nato a Monte Sant'Angelo e trasferitosi da adulto a Foggia, dopo essersi sposato con Libera Maria Radatti. Mio Padre è Raffaele Piemontese, purtroppo scomparso. Questa è la mia discendenza da parte paterna.

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati