Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Rabdomanzia di Capitanata: trovare l'acqua sottoterra con un pezzo di ferro

Borgo Giardinetto, tra Foggia e Troia. La signora protagonista del video di Giuseppe Donatacci si dice una rabdomante, ovvero capace di trovare acqua sotto terra tramite l'utilizzo di un "attrezzo" di ferro.
La rabdomanzia è una pratica divinatoria che consiste nel tentativo di individuare acqua o filoni di metalli nel sottosuolo utilizzando uno strumento di legno, generalmente una bacchetta biforcuta, che è utilizzata come amplificatore dei movimenti del corpo generati da supposte radiazioni emesse dall'oggetto ricercato. Chi usa questa pratica è chiamato rabdomante.
Questa pratica, conosciuta e praticata sin dal III millennio a.C. nell'antica Cina e nell'antico Egitto, non ha alcun riscontro scientifico di efficacia. Oggi è considerata uno dei metodi della radioestesia.


Scettici? A ognuno la sua idea ma intanto vi segnalo alcune letture:

Indagine sui rabdomanti italiani
Rabdomanzia in Africa
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati