Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Zaiana di nuovo sotto attacco: uno scavatore apre una strada verso la famosa spiaggia

Ritornano...i distruttori della bellezza del Gargano, quelli che d'estate ne traggono giovamento, forse non comprendendo a fondo le motivazioni che spingono i bagnanti a scendere a Zaiana, la sua naturalità.
Sovrastata dalla penisoletta di Manaccora, complesso archeologico dell'età del bronzo sul quale sono stati spesi milioni di euro (e oggi in abbandono); e infatti nella discesa a Zaiana si trovano frammenti di strumenti in selce e cocci; sito archeologico è (o era) anche la "grotta dei banditi" sulla spiagga, ormai inaccessibile perchè occupata dalle strutture.
Non sarà difficile individuare i colpevoli, anzi è piuttosto scontato.
E magari resteranno impuniti e quest'estate faranno, come sempre, big money...alla faccia del Gargano.
Amara terra mia, troppo amara.

Leggi anche comunicato wwf

Aggiornamento 15/12
I Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno proceduto al sequestro dell'area, sottoposta a vincoli paesaggistici.






Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

2 commenti:

  1. I giornalisti dicono che è affare degli ambientalisti,mentre casi del genere riguardano l'intera comunità e come al solito prevale l'omertà, poi ci sono le bustarelle per tutti.

    RispondiElimina

I commenti offensivi saranno cancellati